Opportunità della trasformazione digitale dei macchinari industriali

Nell’attuale ambiente volatile, incerto, complesso e ambiguo (VUCA) e altamente competitivo, la digitalizzazione dei macchinari industriali è un valore differenziale essenziale per adattarsi rapidamente alle esigenze del mercato. È un must per ottimizzare la produzione degli impianti e rispondere alle nuove abitudini dei consumatori che richiedono una produzione agile e personalizzata in tempi record.

Ecco come il machine learning rivoluzionerà il modo di produrre

Pensiamo un attimo all’elevato numero di dati generati dalle aziende. Dati di clienti, fornitori, produttività, risorse umane... Informazioni che in molte occasioni non sono integrate in tutti i reparti dell’azienda per cui non si ha una visione di insieme oppure, quel che è peggio, non sono neanche digitalizzate. Due punti di debolezza che rallentano la presa di decisioni e/o possono indurre a decisioni errate. E in questo nuovo ecosistema digitale, i dati sono la materia prima di Industria 4.0.

Getto d’acqua, ossitaglio, plasma o laser. Qual è la migliore tecnologia di taglio?

Sul mercato esiste un’enorme concorrenza tra le varie tecnologie di taglio, siano esse per lamiera, tubi o profilati. Ci sono quelle che si avvalgono di metodi di taglio meccanico per abrasione, come il getto d’acqua e la punzonatura, e quelle che sfruttano metodi termici, come l’ossitaglio, il plasma o il laser.